CULTURA E EVENTI

AstroSam è sulla Stazione Spaziale, con l’equipaggio della Crew-4

E’ stato aperto il portello che separa la capsula Crew Dragon Freedom dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) e l’equipaggio della missione Crew-4, con l’astronauta Samantha Cristoforetti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), è a bordo.

Cristoforetti inizia così la sua seconda missione, Minerva. Con lei i suoi colleghi della Nasa Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins.

Ad accoglierli i sette membri dell’equipaggio della Stazione Spaziale, con Raya Chali, Thomas Mashbirn e Kayla Barrow, tutti della Nasa, Oleg Artemyev, Denis Matveyev e Sergei Korsakov, dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, e il tedesco Mathias Maurer, dell’Esa.

La capsula Freedom si era agganciata al modulo Harmony alla Stazione Spaziale dopo un viaggio di 15 ore e 45 minuti, dopo il lancio avvenuto alle 9,52 del 27 aprile dal Kennedy Space Center a Cape Canaveral.

Il primo a entrare nella Stazione Spaziale è stato il pilota della Crew-4, Bob Hines, quindi è stata la volta di Jessica Watkins e Samantha Cristoforetti e infine è entrato il comandante Kjell Lindgren.

Ora la stazione orbitale è di nuovo affollata, con 11 persone a bordo. Ancora una volta ci sono due europei insieme sulla Iss: Cristoforetti e Maurer. Quest’ultimo dovrà partire a giorni, con i colleghi della Crew-3, al termine di una missione di sei mesi.

L’ingresso di Samantha Cristoforetti (in alto) sulla Stazione Spaziale (fonte: NASA TV)
La cerimonia di benvenuto
Cerimonia di benvenuto sulla Stazione Spaziale, dopo l’arrivo a bordo dell’equipaggio della missione Crew-4, con Samantha Cristoforetti. “Come accade ogni volta che abbiamo a bordo colleghi che volano per la prima volta diamo loro il benvenuto”, ha detto il comandante della Crew-4 Kjell Lindgren, della Nasa, che dello spazio è un veterano come AstroSamanta.
Entrambi hanno quindi dato il benvenuto, rispettivamente, al pilota Bob Hines e alla specialista di missione Jessica Watkins, che entrambi per la prima volta affrontano un volo nello spazio. Ha assistito alla cerimonia l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale al completo, che attualmente comprende sei americani, due europei e tre russi.
La cerimonia di benvenuto agli astronauti che volano per la prima volta (fonte: NASA TV)

La missione Minerva
Per l’astronauta italiana comincia adesso un intenso periodo di lavoro, nel quale dovrà seguire molti esperimenti. Fra questi, sei sono stati progettati dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e riguardano gli effetti della permanenza dello spazio sull’organismo umano, come lo stress ossidativo e l’impatto della microgravità sull’apparato riproduttivo femminile e sull’udito; in programma anche test sull’impatto della microgravità e delle radiazioni sulle caratteristiche dell’olio extravergine d’oliva italiano e la sperimentazione di un rivelatore di particelle.

Nella sua missione, della durata di circa sei mesi, Cristoforetti assumerà il ruolo di leader del Segmento orbitale americano, che comprende i moduli e componenti statunitensi, europei e canadesi della Stazione Spaziale.

C’è infine la possibilità che l’astronauta italiana dell’Esa possa affrontare una delle passeggiate spaziali previste per completare l’installazione del braccio robotico europeo della Stazione Spaziale, ma i dettagli di questa serie di attività extraveicolari non sono ancora stati definiti.

ANSA
Back to top button