MUSICA

Turandot a Santa Cecilia con Pappano e Kaufmann

Una Turandot speciale, una ‘prima volta’ per il maestro Antonio Pappano ma anche per i due interpreti principali, il tenore tedesco Jonas Kaufmann nel ruolo di Calaf e il soprano statunitense Sondra Radvanovsky che darà voce e corpo alla protagonista.

Il capolavoro pucciniano in forma di concerto 3 con il finale originale del compositore Franco Alfano arriva a Santa Cecilia sabato 12 marzo alle 18 annunciato come ”l’ evento musicale più atteso dell’ anno e tra le produzioni discografiche più importanti del 2023”.

Sul podio dell’ Orchestra, del Coro e delle Voci Bianche dell’ Accademia Nazionale (istruiti da Mario Monti), Pappano avrà un cast d’ eccezione che annovera anche Ermonela Jaho (Liù), Michael Spyres (Altoum), Gregory Bonfatti (Pang), Siyabonga Maqungo (Pong), Mattia Olivieri (Ping), Michele Pertusi (Timur) e Michael Mofidian (Un Mandarino). Il direttore angloitaliano – che di Puccini ha già diretto in passato La Bohème, Il trittico, La rondine, Tosca, Madama Butterfly – non ha mai affrontato Turandot, novità anche per il cartellone ceciliano.

L’opera – ambientata in una Pechino al tempo delle favole nella quale spicca la melodia immortale ”’Nessun dorma” – andò in scena il 25 aprile 1926, due anni dopo la morte dell’autore, diretta da Arturo Toscanini.

La sera seguente l’opera fu rappresentata, sempre sotto la direzione di Toscanini, con il finale di Alfano, che verrà eseguito anche nella serata di Santa Cecilia.

”Alfano non era geniale come Puccini – ha commentato Pappano in vista del concerto – tuttavia il suo finale dal punto di vista teatrale funziona, e quindi abbiamo deciso di eseguirlo il 12 marzo e di registrarlo in disco. Turandot è un’opera perfetta per il Coro e per l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, e la sala Santa Cecilia ha l’acustica ideale per renderla al meglio. Spero di realizzare una esecuzione molto bella”.

Di questa Turandot Warner Classics pubblicherà la registrazione nel 2023, anticipando di un anno il centenario della morte di Puccini.

La Turandot diretta da Pappano verrà arricchita con l’esposizione dal 10 al 27 marzo di alcuni costumi e gioielli di scena risalenti alla prima assoluta della Turandot (La Scala 25 aprile 1926).

ANSA

Back to top button