MUSICA

Musica: Morandi premiato con il Nettuno d’oro a Bologna ‘Il mio pensiero a Lucio Dalla, qui la città dell’accoglienza’

BOLOGNA, 03  “Mi dispiace Gianni, ma questo conferimento è alla carriera”.

Scherza il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, durante la cerimonia con la quale l’amministrazione conferisce il ‘Nettuno d’oro’ a Gianni Morandi.

Si tratta di un riconoscimento che viene assegnato per meriti artistici, scientifici, nel campo del sapere e della conoscenza. Morandi si emoziona mentre ascolta le motivazioni che ripercorrono la carriera del cantante.

Dalla nascita a Monghidoro, paese dell’appennino bolognese, al primo contratto con la casa discografica Rca. Poi i grandi classici come ‘Fatti mandare dalla mamma’ e ‘In ginocchio da te’.

La firma di Morandi si aggiunge quindi al libro dove sono raccolte tutte le onorificenze civiche. Nel mondo della musica, prima di lui sono stati premiati tra gli altri Vasco Rossi, Paolo Fresu, Ezio Bosso, il gruppo musicale Stadio e il cantante lirico Ruggero Raimondi. Ma il pensiero di Morandi corre a Lucio Dalla.

“Non posso non ricordarlo oggi – dice Morandi – perché nel 1963 andavamo a vedere insieme il Bologna che vinse lo scudetto, ma anche perché mi ha aperto a una nuova visione della musica regalandomi un disco di Ray Charles”.

“Ho vissuto 30 anni a Roma, ma il cuore mi ha riportato qui, dove stanno le mie radici – continua Morandi – quando giro per la città sento molta condivisione e amicizia, e quando giro il mondo e faccio il nome di Bologna suscita simpatia. Soprattutto per la sua accoglienza, che qui è una parola d’ordine che arricchisce anche me”.

Poi il cantante invita il fisarmonicista novantacinquenne Davio Vanelli ad accompagnarlo con lo strumento per suonare e cantare insieme.

“Tu dicevi di sentirti diverso dagli altri cantautori perché avevi attraversato i tempi in un modo più leggero e scanzonato, ma il fatto che tu sia venuto in piazza Maggiore a cantare per la pace è un gesto politico importante – conclude Lepore – se ancora i giovani si emozionano con le tue canzoni è perché hai seminato bene e lo hai fatto in un modo anche più popolare di chi era più impegnato”.

ANSA

Back to top button