POLITICA

AMBIENTE, ROSA SU MODIFICA ALLA COSTITUZIONE

“La tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi ora sono principi fondamentali riconosciuti dalla nostra Costituzione.

E’ una buona notizia per il Paese e per la Basilicata, che ci fa sentire ancora più forte la responsabilità di agire per salvaguardare l’ambiente, bene inestimabile della nostra regione.

La sensibilità ai temi ambientali è cresciuta in modo esponenziale. E’ un cambiamento culturale che il Parlamento ha accolto, riconoscendo il nostro diritto a vivere in un ambiente sano. Un diritto davanti al quale cede il passo anche l’iniziativa economica se mette a rischio il bene ambientale.

I nostri parchi, le aree protette, i mari e l’enorme patrimonio della biodiversità, che fanno della Basilicata una regione unica, sono la ricchezza dalla quale dipende il nostro futuro e quello delle nuove generazioni.

Ci siamo mossi, finora, su tre direttrici: maggiori controlli, pianificazione del territorio, che completeremo con la redazione del Piano Paesaggistico, e sviluppo sostenibile.

In questo senso, stiamo costruendo progetti che valorizzano i nostri luoghi rendendoli fruibili a un turismo lento ed esperenziale. Un modo per tutelare il territorio e rivitalizzare le aree interne e i nostri piccoli paesi, che dall’ambiente possono trarre lavoro e profitto”.

Lo dichiara l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Gianni Rosa.

Back to top button