CRONACA

Covid: 137.147 positivi e 377 le vittime nelle ultime 24 ore

Giù ricoveri e intensive. Un milione e 680 mila gli over 50 non vaccinati. In una settimana inoculate 178 mila prime dosi

Sono 137.147 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.

Venerdì erano stati 143.898.

Le vittime sono invece 377, mentre venerdì erano state 378.

Sono 999.490 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, sempre secondo i dati del ministero della Salute.

Venerdì erano stati 1.051.288. Il tasso di positività è al 13,7%, stabile rispetto a venerdì. Sono invece 1.588 le terapie intensive, 42 in meno di venerdì nel saldo tra entrate e uscite.

Gli ingressi giornalieri sono 118. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 19.636, ovvero 160 in meno rispetto a venerdì.

Lunedì in Consiglio dei ministri potrebbe arrivare la proroga dell’obbligo di utilizzo delle mascherine all’aperto.

L’obbligo scade il 31 gennaio e il rinnovo è “probabile”, dicono più fonti di governo. Secondo quanto si apprende sarebbe in corso una valutazione anche sulla questione delle regole sulla quarantena nelle scuole.

Sono ancora un milione e 680mila gli italiani che hanno più di 50 anni e non si sono vaccinati, nonostante l’obbligo previsto dal decreto del 7 gennaio . E’ quanto emerge dall’ultimo report del governo sulle vaccinazioni aggiornato a questa mattina.

Complessivamente sono 1.684.240 coloro che non hanno fatto la prima dose e di questi la maggioranza – 1.235.314 – è nella fascia tra 50 e 69 anni. Negli ultimi sette giorni, sempre in base al report, sono poco più di 178mila gli over 50 che hanno fatto la prima dose mentre da quando è entrato in vigore l’obbligo sono poco più di 481mila.

Resta alta la protezione dei vaccini contro le complicanze piu’ gravi da Covid. Il tasso di ricoveri in terapia intensiva per i non vaccinati contro il Covid è 18 volte più alto dei vaccinati con ciclo completo e 27 volte più alto dei vaccinati booster.

La percentuale delle reinfezioni pari a 3,1%, stabile. E’ quando emerge dal report esteso dell’Istituto Superiore di Sanita’ che accompagna il monitoraggio settimanale

Dall’inizio dell’epidemia al 26 gennaio 2022 sono stati “diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata Covid 2.009.862 casi nella popolazione 0-19 anni, di cui 12.365 ospedalizzazioni, 300 ricoveri in terapia intensiva e 39 deceduti”.

Intanto rallenta la crescita del tasso di incidenza nella fascia 12-15 anni, mentre nella fascia 16-19 è in diminuzione da due settimane.

Risultano in aumento i casi diagnosticati per 100.000 abitanti nella fascia 5-11 anni e nei bambini sotto i 5 anni. Sebbene il dato non sia ancora consolidato, nelle ultime due settimane si osserva un andamento in decrescita del tasso di ospedalizzazione in tutte le fasce di età 0-19 anni, ad esclusione della fascia 5-11 anni.

Continua la diminuzione nelle ultime due settimane della percentuale di casi tra gli operatori sanitari rispetto al resto della popolazione.

Si passa, secondo il report esteso dei casi Covid elaborato dall’Iss, all’1,80% di questa settimana rispetto al 1,96% nella settimana precedente.

In Italia si contano in due anni, dall’inizio dell’epidemia al 26 gennaio 2022, quasi 10 milioni di casi di Covid: esattamente sono stati diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata COVID-19 9.826.789 casi, di cui 142.771 deceduti.

E’ questo il bilancio a due anni dall’inizio del Covid in Italia , riportato dal report esteso dell’Iss che accompagna il monitoraggio settimanale.

Back to top button