MUSICA

Torna a suonare a Napoli l’antico organo Cimino Suoni dentro e fuori la Chiesa di Santa Caterina da Siena

NAPOLI,  “A canne spiegate”, dal 06 giugno, è il titolo del ciclo di quattro concerti attraverso i quali il maestro Canio Fidanza torna a far suonare il prezioso Cimino, l’organo storico del Settecento della Chiesa di Santa Caterina da Siena a Napoli, recentemente restaurato dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

Musica preziosa e per tutti: ad ingresso libero (con prenotazione obbligatoria) in chiesa ma anche all’esterno (collegato ad un sistema di amplificazione) per diffondere negli adiacenti vicoli e nelle rampe, tra le 11.30 e mezzogiorno, le partiture composte alla fine del 1500 dal compositore fiammingo Jean de Macque.

Un programma, diverso per ogni appuntamento in calendario, interamente dedicato alla scuola organistica del Seicento napoletano, nella scelta ed esecuzione del maestro Fidanza. L’iniziativa rientra nelle attività della Fondazione Pietà dei Turchini di Napoli e, realizzata in collaborazione con il Conservatorio S. Pietro a Majella, proseguirà ogni domenica fino al prossimo 27 giugno.

“E’ il nostro modo per ripartire – sottolinea Federica Castaldo, presidente della Pietà de’ Turchini – e per rendere omaggio a tutto ciò che abbiamo nel cuore: la musica, la nostra storia, il nostro pubblico e la nostra città”.

I concerti per organo di “A canne spiegate” si inseriscono nella programmazione estesa del progetto “La Campania è Teatro, Danza e Musica”, promosso da ARTEC/ Sistema MED in collaborazione con SCABEC Società Campana Beni Culturali e Fondazione Campania dei Festival.

(ANSA)

 

Condividi
Back to top button