POLITICA

Forestazione e Psr, la maggioranza replica a Braia

I consiglieri Acito, Bellettieri, Cariello, Quarto, Sileo e Vizziello parlano di “mistificazione, da parte del presidente della seconda commissione, di quanto accaduto nel pomeriggio di ieri durante i lavori dell’organismo”

“Siamo nuovamente di fronte ad un misero tentativo di mistificazione di quanto accaduto nel pomeriggio di ieri in seno alla II commissione consiliare permanente. Accogliamo con stupore il suggerimento, indirizzato all’assessore Fanelli da parte del consigliere Braia, di ‘utilizzare la commissione come avvenuto in passato e il confronto nei luoghi istituzionali perché sono sempre utili’”.

Così il gruppo di maggioranza della seconda commissione, formato dai consiglieri Acito, Bellettieri, Cariello, Quarto, Sileo e Vizziello, risponde a quanto affermato dal consigliere Luca Braia.

“Ecco appunto – dicono – come lo stesso consigliere ben sa e scrive, mai nessun componente della maggioranza si è sottratto al dialogo su qualsivoglia argomento, al contrario si è sempre garantita la massima disponibilità al confronto. Massima disponibilità sia nei riguardi dei componenti delle varie opposizioni, sia, e soprattutto, nei confronti dei tanti cittadini e cittadine lucane che sono certo preoccupati e, non solo, dalle diverse criticità che questo periodo sta comportando, ma anche da anni caratterizzati da promesse continuamente disattese”.

“Per quanto riguarda la forestazione – continuano – ci teniamo a ricordare, ancora una volta, al consigliere Braia come l’assessore Fanelli si sia impegnato personalmente a reperire le risorse necessarie pur di pagare ciò che era legittimamente dovuto agli operai forestali dell’area programma Alto Basento. Stiamo parlando di una cifra pari a 600 mila euro e promessa dallo stesso consigliere Braia per circa due anni. Questo a dar prova dell’impegno e dell’attenzione che dal primo momento si è avuta per il tema forestazione”.

“Non si è affermato nella maniera più assoluta – dicono i consiglieri di maggioranza – di non conoscere la materia anzi, come si sottolinea, ci si è già attivati per la predisposizione degli atti necessari all’avvio dei cantieri forestali ed è in programma per la prossima settimana un incontro con le parti sindacali e con l’amministratore del Consorzio di Bonifica della Basilicata. Sullo stato di avanzamento della spesa e delle risorse impegnate ed eventualmente da riprogrammare riferite al Psr si è resa edotta la commissione per mezzo di una ‘nota dettagliata’, così descritta dal consigliere Braia, inviata nei giorni precedenti dal dott. Restaino”.

“Il consigliere Braia sa benissimo – dicono – che l’assessore Fanelli ieri, su delega del Presidente Bardi, era impegnato in Conferenza Stato Regioni e successivamente in Conferenza Unificata. Non è quindi più tollerabile questa continua modalità di attacco e di distorsione degli eventi che, non si comprende bene a quale scopo, continua incessantemente da parte del consigliere. Non dovremmo, quindi, mica pensare che il consigliere Braia eserciti il suo ruolo di presidente in modo inopportuno e per tentare di creare ingerenze in un comparto che ha guidato negli anni precedenti in maniera più che discutibile? O ancora che non conosca gli oneri che comportano gli impegni istituzionali e che non abbia alcun rispetto per essi”?

“Ribadiamo quindi con forza – concludono – che mai nessun rappresentante della maggioranza si è sottratto all’esamina di questioni importanti e fondamentali per la nostra Regione, e cogliamo l’occasione per invitare il consigliere Braia ad occuparsi delle materie in maniera seria e costruttiva rassegnandosi al volere dei cittadini lucani che, se avessero voluto premiare la sua gestione del comparto agricolo, non avrebbero scelto di affidare il compito ad altri”.

Condividi

Related Articles

Back to top button
Close