COMUNICATI STAMPAMEDIA

Interior design, i trend cromatici per il 2023 Quattro palette di colori, una armonia dei contrasti

Non uno – il Viva Magenta dell’istituto Pantone – ma quattro color trends per il 2023. L’atmosfera di una stanza è determinata da diversi elementi: arredi, complementi, tessili, luce e pareti, il cui ruolo è essenziale nella creazione e nella definizione dell’identità di un luogo.

A farli dialogare è il colore, capace di definire gli equilibri per affinità o per contrasto.

Attraverso l’esperienza di Baolab, San Marco, marchio leader nella produzione e distribuzione di pitture e vernici per l’edilizia professionale, presente in oltre 100 Paesi nel mondo, ha dato il via a un’originale ricerca finalizzata a delineare i trend cromatici per gli interni 2023.

Bucolic Garden: un esplicito rimando a un mondo intimo, calmo e un po’ vintage. L’eco di paesaggi floridi e polverosi, ma anche di oasi fresche e riposanti si traduce in una palette dai toni polvere, dove prevale il giallo mattone come accento tra i verdi salvia e le diverse sfumature del blu cielo.

Fresh Purity  dominato dal blu nelle sfumature più tenui e in quelle più intense. La purezza e il minimalismo delle superfici diventano in questo universo le cifre stilistiche prevalenti.

Particolarmente indicata per interni urbani e cittadini, questa palette propone un range che spazia da declinazioni desaturate e quasi nere al vibrante azzurro leggero che invece richiama l’aria e la sua nitidezza vivificante.

Superfici tattili, colori che rimandano al profumo di legno e di resina: questi i tratti distintivi del terzo trend, Authentic Confidence, che si accorda con accoglienti spazi impreziositi da velluti e boiserie. La palette abbraccia marroni, bordeaux e viola neutri e densi con il contrappunto di due verdi, uno a dominanza fredda e l’altro calda.

L’ultimo trend individuato è Quiet Beauty, nome che rimanda alla sensazione di serenità che si può provare davanti ai colori di rassicuranti panorami o ai grandi spazi illuminati dalla luce della primavera, che si muove dinamica su grandi superfici ininterrotte.

Le tinte diventano lievi, pur mantenendo una matericità molto forte: vaniglia e rosa pallidi si alternano ai rossi delle terre e agli arancioni bruciati, armonicamente connessi da verde-azzurri freschi e riposanti.

“Il Progetto Color Trends rientra fra gli importanti investimenti che abbiamo attivato quest’anno – commenta Pietro Geremia, Presidente e AD di San Marco Group -. Il 2023 sarà l’anno dei grandi universi cromatici. I panorami includono tinte neutre e rassicuranti o accese e vibranti: sfumature diverse, ma capaci di dare vita a sorprendenti equilibri”.

“Individuare i nuovi linguaggi emergenti nel mondo degli interni – commentano Manuela Bonaiti ed Emma Clerici, fondatrici di Baolab – è da sempre per noi un lavoro molto interessante e stimolante”.

ANSA

Back to top button