CRONACA

SENISE : problema randagismo cani la nota dell’Assessore Marranchiello

Negli ultimi giorni diversi nostri concittadini mi hanno informato di episodi alquanto spiacevoli che hanno coinvolto per l’ennesima volta i nostri amici a quattro zampe.
Il tema del randagismo è sicuramente diventato una piaga sociale anche nella nostra comunità, lo stesso, però, è già da tempo all’attenzione dell’amministrazione comunale che intende, in via prioritaria, insistere sulla sensibilizzazione e applicazione della norma per il controllo sul territorio.
È indispensabile che i cittadini provvedano alla custodia del proprio cane e, in primis, all’iscrizione all’anagrafe canina, per il tramite dell’apposizione del microchip.
La spesa da sostenere è minima ma è indispensabile per il monitoraggio dei cani di proprietà.
Altra pratica da diffondere, è sicuramente quella della sterilizzazione, utile sì ad arginare il sempre più diffuso e aberrante fenomeno dell’abbandono ma anche a prevenire diverse patologie.
Tutto questo conduce all’individuazione sicura di quali siano i cani randagi da avviare poi al ricovero presso le strutture dedicate.
A tal proposito in prima persona mi sono recato al canile di latronico, con cui ad oggi abbiamo una convenzione, per accertarmi della reale corrispondenza tra la banca dati dell’anagrafe canina e i cani presenti in struttura.
Stiamo anche portando avanti le attività necessarie all’ottenimento dell’autorizzazione per la costruzione di un canile di gestione comunale che ci consentirebbe un monitoraggio costante degli ingressi, un reale risparmio economico sul bilancio e che garanteribbe anche un livello minimo di occupazione.
Nel contempo abbiamo già previsto di destinare ulteriori risorse al capitolo di spesa “randagismo” per gli eventuali interventi di ricovero presso altre strutture.
Non possiamo perpetrare nella semplicistica gestione del fenomeno rinchiudendo in canile, a spese dell’intera collettività, cani che nella realtà dei fatti vengono quotidianamente accuditi e alimentati da cittadini; in questo caso occorre adeguarsi a quanto previsto dalla normativa vigente socondo la quale diventerebbero , automaticamente i proprietari dell’animale.
Porteremo avanti, pertanto, un’iniziativa che alla prima fase di sensibilizzazione e supporto ai cittadini vedrà seguire necessariamente una fase di controllo sul territorio da parte della polizia municipale.
Il fenomeno del randagismo si può combattere solo con gesti di civiltà e responsabilità.
Assessore alla Sanità del Comune di Senise dott.Francesco Marranchiello
Back to top button