CRONACA

Ucraina: su Azovstal bombe anti-bunker, civili sotto le macerie

Biden, pensava di distruggere la Nato, l'Occidente resterà unito

“Ho chiesto l’apertura immediata di corridoi umanitari da Mariupol e dalle città assediate, in particolare in occasione della Pasqua ortodossa”.

Lo scrive il presidente del Consiglio Ue Charles Michel in un tweet dopo la telefonata con il presidente russo Vladimir Putin.

Michel ha sottolineato “in maniera diretta” che l’Unione è “unità” nel suo “incrollabile” sostegno alla sovranità e all’integrità dell’Ucraina e ha “dettagliato i costi delle sanzioni europee per Mosca”.

E’ quanto si apprende da fonti europee secondo le quali Michel ha anche “chiesto a Putin di avere in maniera urgente un contatto diretto con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, come chiesto dallo stesso Zelensky”.

Più tardi, riferisce Interfax, il capo del Cremlino avrà anche un incontro operativo con i membri permanenti del consiglio di sicurezza russo.

L’esercito russo ha colpito un ospedale nel distretto di Donetsk. Lo riporta il Kyiv Independent citando il governatore dell’Oblast Pavlo Kyrylenko. I russi, ha spiegato, hanno colpito l’ospedale regionale traumatologico della città di Lyman con il sistema lanciamissili.

L’attacco ha provocato fiamme e distruzione sia nell’ospedale sia negli edifici residenziali vicini, ha spiegato, precisando che non è ancora stato indicato se ci sono vittime.

La società americana Maxar Technologies che ha diffuso le immagini satellitari delle fossa comune del villaggio di Manhush, vicino a Mariupol, ha detto – secondo quanto riporta il Guardian – che l’area in cui è stata realizzata la fossa comune era stata ampliata nelle ultime settimane per contenere oltre 200 nuove tombe.

L’Onu ha documentato l’esecuzione sommaria di almeno 50 civili nella cittadina di Bucha, vicino a Kiev. Lo ha detto un portavoce dell’Alto commissariato dei diritti umani a Ginevra.

“Durante una missione a Bucha il 9 aprile”, l’Onu ha documentato “l’omicidio, anche attraverso esecuzione sommaria, di circa 50 civili sul posto”, ha detto Ravina Shamdasani durante un briefing.

“Tutti gli edifici nell’area della Azovstal sono praticamente distrutti. Hanno gettato bombe pesanti, bombe anti-bunker che provocano un’enorme distruzione. Abbiamo persone ferite e morte all’interno dei bunker. Alcuni civili sono intrappolati sotto gli edifici crollati”.

Lo afferma Svyatoslav Palamar del battaglione Azov parlando alla Bbc dall’interno dell’acciaieria Azovstal di Mariupol.Palamar, secondo quanto riporta la Bbc, ha spiegato che i civili si trovavano in aree separate rispetto a i combattenti.

Si trovavano in sotterranei contenenti 80-100 persone ciascuno ma non è chiaro quanti civili ci fossero in totale perché alcuni edifici sono stati distrutti e i soldati non sono stati in grado di raggiungerli a causa dei bombardamenti.

Gli ingressi ad alcuni bunker, ha spiegato, erano bloccati da lastre pesanti che sono grossi macchinari potrebbero spostare. La Russia è pronta al cessate il fuoco per una tregua umanitaria alla acciaieria Azovstal di Mariupol “in qualunque momento”. Lo ha detto il Ministero della difesa di Mosca.

“Restiamo in contato con quei civili che si trovano nelle aree che non possiamo raggiungere. Sappiamo che là ci sono bambini piccoli anche di 3 mesi”, ha detto l’esponente del battaglione Azov, che si è anche appellato affinché venga garantito ai civili un passaggio sicuro per uscire dall’acciaieria, chiedendo che un terzo paese o un organismo internazionale faccia da garante per la loro sicurezza.

“A causa del pericolo sui percorsi”, oggi in Ucraina “non ci saranno corridoi umanitari”. Ad annunciarlo su Telegram è la vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk che rivolge un appello a “tutti coloro che stanno aspettando l’evacuazione: abbiate pazienza, per favore aspettate!”.

In precedenza, il presidente Zelensky, aveva detto che “la Russia ha rifiutato la proposta di una tregua per la Pasqua” ortodossa e, in un collegamento video con i leader del Fondo Monetario Internazionale, aveva chiesto per l’Ucraina 7 miliardi di dollari al mese per affrontare le “devastanti perdite economiche” inflitte dalla Russia.

Biden, definisce una “vittoria storica per gli ucraini” la battaglia di Kiev e avverte Putin: “L’Occidente non si dividerà”.

In un nuovo videomessaggio al suo popolo, il presidente ucraino, Volodymyr Zelenky, ha annunciato che “sfortunatamente la Russia ha rifiutato la proposta di una tregua per la Pasqua” (ortodossa, ndr), così come richiesto ieri, ancora una volta, da papa Francesco e dalla Santa Sede.

ANSA

Back to top button