CRONACA

Ogni giorno è Pasqua, se crediamo che la pace trionfa sempre sulla guerra

Oggi è Pasqua, è un giorno di festa  per i Cristiani , ma ecco, io non riesco a non fare certe riflessioni. Riflessioni che in realtà si muovono lente nella mia testa da tempo.

Non riesco a non pensare all’ennesima strage di vittime innocenti avvenuta in Ucraina per una guerra inutile, che pochi condividono e che molti non vogliono.

Non riesco a non pensare a quello che accade nel mondo. A tutto il dolore, alla sofferenza e al disagio che altri esseri umani come me e come voi, stanno vivendo in questo momento difficile . Dopo due anni di pandemia ci mancavaa solo la guerra. Guerra che paghiamo noi cittadini comuni,  noi che amiamo la pace. Non riesco a non pensare alla crudeltà  dell’essere umano che cerca di annientare i propri simili.

Mi chiedo, ma quale Dio vorrebbe tutto questo ? Una cosa è certa, il mio Dio, è un Dio buono. E’ un Dio che non uccide, è un Dio contrario alle guerre, è un Dio giusto. E’ un Dio che punisce chi uccide, chi stupra, chi fa deliberatamente del male al prossimo.

Oggi il mio pensiero va alle vittime innocenti, agli indigenti, ai ammalati, a chi “combatte” per i propri ideali e per la libertà, va agli emarginati, ai più deboli, a chi cerca di assicurare a se stesso e alla propria famiglia un’esistenza dignitosa, a dispetto di questa crisi che, nonostante continuino a ripeterci che è finita, è ancora qui, e si sente.

Il mio pensiero va a questo mondo. A questo mondo potenzialmente meraviglioso, ma che ormai è alla deriva, allo sbando totale. Va a questo mondo pieno di orrori, pieno di terrore, pieno di distruzione,  in cui la dignità umana è sempre più svilita.

A volte ci chiediamo come sarebbe isolarsi. Come sarebbe non ascoltare più telegiornali, non leggere più quotidiani o notizie di attualità. A volte ci chiediamo se non sarebbe meglio non conoscere, non sapere, non vedere , ed essere sconnessi dai social.

Dobbiamo vivere ! Dobbiamo continuare a lottare per gli ideali in cui crediamo, e per rendere , nel nostro piccolo, questo mondo un pò migliore.

Che siate credenti o non credenti, vi auguro una serena Pasqua, qualunque cosa significhi per voi; perché questo, per come lo vedo io, è soprattutto un giorno che simboleggia la pace.

“Ogni giorno è Pasqua, se crediamo che la pace trionfa sempre sulla guerra, la gioia sulla tristezza, la verità sulla menzogna, l’amore sull’odio, e infine, quando crediamo che il bene trionfa sul male”.

R.P

Back to top button