CRONACA

Biden, misure concrete Usa-Ue per ridurre dipendenza gas Ue, puntiamo a 50 mld metri cubi annui di Gnl dagli Usa

“L’impegno degli Stati Uniti a fornire all’Ue altri 15 miliardi di metri cubi di GNL quest’anno è un grande passo (nella direzione dell’indipendenza energetica dalla Russia).

Questo sostituirà la fornitura di GNL che attualmente riceviamo dalla Russia.

E guardando al futuro, l’Europa lavorerà per assicurare una domanda stabile di ulteriore GNL statunitense almeno fino al 2030. Puntiamo a circa 50 miliardi di metri cubi all’anno”. Lo ha detto la presidente della Commissione Ursula von der Leyen nella sua dichiarazione congiunta con Joe Biden.

“Putin sta cercando di riportare indietro l’orologio ad un’altra era, un’era di uso brutale della forza, di politica di potere, delle sfere di influenza e di repressione interna. Sono sicura che fallirà. Stiamo lavorando insieme per forgiare un futuro pacifico, prospero e sostenibile. So che avremo successo”, ha detto ancora la presidente della Commissione.

“Tutto quello che Usa e Ue vogliono fare avere è misure concrete per ridurre la dipendenza dal gas”, anche con le “energie rinnovabili” e quindi “fare investimenti nelle nuove energie”, ha detto il presidente Usa Joe Biden in conferenza stampa a Bruxelles, sottolineando che “questi passi aumenteranno la sicurezza energetica”. “Potremo avere delle forze congiunte per poterlo fare”, ha aggiunto.

Intanto la Cina si oppone “con forza ad accuse e sospetti infondati, nonché a qualsiasi tentativo di esercitare coercizione e pressione”, ricordando che, “in quanto residuo della Guerra Fredda e la più grande alleanza militare del mondo, la Nato segue un concetto di sicurezza obsoleto”.

E’ il commento di un portavoce della rappresentanza permanente cinese presso l’Ue sul vertice straordinario del Patto Atlantico, in cui i leader hanno invitato tutti gli Stati, inclusa la Cina, a sostenere l’ordine internazionale, compresi i principi di sovranità e di integrità territoriale, in merito all’invasione della Russia a danno dell’Ucraina.

Respinte al mittente le accuse della Nato rivolte a Pechino sull’impegno ad amplificare “le false narrazioni” della Russia sulla guerra contro l’Ucraina.

“A proposito delle accuse come la Cina che amplifica false narrazioni, sono fatte da coloro che gettano benzina sul fuoco per alimentare problemi: le bugie rimarranno sempre bugie e ciò che è falso non può diventare realtà”, ha commentato un portavoce della rappresentanza permanente cinese presso l’Ue, in merito alla riunione straordinaria del Patto Atlantico.

ANSA

Back to top button