CULTURA E EVENTI

TURISMO IN VAL D’AGRI: NEL NUOVO FINE SETTIMANA APPUNTAMENTO CON IL FERRICELLO VIGGIANESE

Degustazioni, laboratori manuali , escursione agli antichi mulini sui torrenti Casale e Alli, convegni tematici, visite al patrimonio religioso e culturale : per il prossimo fine settimana –  Sabato 20 e Domenica 21 novembre – il Consorzio Turistico Alta Val D’Agri, invita tutti a prenotare in una delle strutture associate, per gustare il “Ferricello Viggianese” .

Dopo i successi di presenze turistiche specie da Puglia e Campania degli scorsi fine settimana dedicati alle castagne e al vino della Val d’Agri, gli operatori “giocano la carta” senza dubbio più importante del patrimonio gastronomico locale: il Ferricello Viggianese DE.CO e PAT.  Protagonista indiscusso delle tavole viggianesi, il ferricello vanta origini antichissime, essendo frutto di una tradizione secolare tramandata di nonna a madre e da madre in figlia.

Attualmente è ancora il piatto principale dei pranzi tradizionali, spesso legata a momenti di gioia ed allegria e al ricordo delle donne che pazientemente preparavano l’impasto. Dal 2017 il ferricello viggianese è un prodotto a marchio De.C.O, grazie ad un disciplinare che rappresenta il riconoscimento essenziale per elevare la qualità della filiera agroalimentare, a partire dai grani tradizionali; il disciplinare definisce le regole che ogni produttore deve rispettare affinché il prodotto possa fregiarsi della denominazione di origine.

Tropiano con il sindaco di Viggiano Cicala

Per Michele Tropiano, presidente Consorzio Turistico Alta Val d’Agri e di Federalberghi Potenza “gli appuntamenti enogastronomici stanno segnando molto positivamente la ripresa del turismo di prossimità su cui abbiamo sempre puntato.

Gli alberghi sono quasi tutti pieni come le attività di ristorazione. I turisti enogastronomici  – piccole comitive, famiglie, giovani e pensionati – manifestano grande volontà di partecipare a esperienze enogastronomiche che si connotino sia per un approccio green che per l’essere responsabili socialmente.

Ricordo nel 2017 che proprio con il ferricello abbiamo “catturato” per emozioni e per la gola rappresentanti di oltre 20 aziende selezionate da Rofimi The Italian Luxury tra i migliori Tour Operator e Agenzie di Viaggi provenienti da Russia, Paesi Baltici, Kazakistan, Israele e Ucraina.

Un progetto sostenuto dall’Amministrazione Comunale di Viggiano “enogastronomia come veicolo di valorizzazione e promozione del territorio”, simbolo di una strategia di promozione a 360 gradi intervenendo in tutti gli ambiti, sia piccoli che grandi, che messi insieme possano essere attrattori per turisti, nuovi investitori e futuri residenti, anche esteri, conquistati dalla qualità della vita che Viggiano e la Val d’Agri offrono.

Vi è, dunque, spazio per creare proposte coerenti, che, partendo dai valori dell’impresa – sia essa un’azienda di produzione, un tour operator o un’organizzazione di eventi -, si traducono concretamente nell’esperienza che il turista si appresta a vivere.

Per questa ragione  dobbiamo pensare ai Distretti del cibo: uno strumento per la salvaguardia del territorio e del paesaggio rurale”.

L’idea-proposta del Consorzio: promuovere un Tavolo specifico in Regione con gli Assessorati competenti, Apt, Consorzio, Comuni, Pro Loco, associazioni di categoria per sostenere “cartelloni” di eventi che si svolgano tutto l’anno. La stagionalità dei prodotti è il punto di riferimento.

Back to top button