CULTURA E EVENTI

Food lucano, Coviello: sostenere i produttori

Il capogruppo FdI: “Con l'approvazione del Bilancio, la Regione Basilicata, potrà destinare ulteriori risorse e strumenti economici a sostegno di un settore in difficoltà ma dalle immense potenzialità”

“Il food made in Italy si conferma protagonista sui mercati internazionali, con le esportazioni del 2021 che risultano del 15,2% superiori ai livelli pre-pandemia del 2019.

Nel confronto internazionale, il recupero dell’Italia è migliore rispetto al +9,7% della Francia e del +5,2% della Germania.

Dallo studio elaborato e pubblicato da Confartigianato Imprese, infatti, emerge un dato ancora più importante: la regione Basilicata risulta nettamente al primo posto in Italia, con un +62%, nella graduatoria nazionale relativa alla dinamica 2019 (pre pandemia) – 2021 dell’export alimentare per regione”. È quanto premette il capogruppo di FdI Basilicata, Tommaso Coviello.

“Come ha sottolineato il presidente Bardi si tratta davvero di un risultato straordinario che certifica la qualità dei nostri prodotti e conferisce ai produttori lucani notorietà e appeal.

In un mercato altamente competitivo è giusto alzare sempre l’asticella: ci sono certamente margini di crescita e fondamentale sarà la capacità di rimanere ancorati alla tradizione ma di saper promuovere e innovare, sfruttando il web e le potenzialità dell’e-commerce.

Alla luce di questo scenario – tiene a specificare il capogruppo Coviello – appare necessario sostenere rapidamente le imprese del settore: dall’agricoltura alla zootecnia, dal settore lattiero caseario passando per l’apicoltura e le numerose realtà che si occupano di trasformazione che a più riprese hanno manifestato un forte disagio dovuto agli aumenti di energia e carburante.

Recentemente la giunta regionale ha approvato un bando che va a destinare 36 milioni e 600 mila euro per migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole, il loro ammodernamento e la ristrutturazione per favorire, in un’ottica futura, l’ingresso e la permanenza dei giovani in agricoltura, stimolando e incentivando la creazione di reti e network”.

“Sempre più giovani lucani, infatti, fanno dell’agricoltura una scelta consapevole e non un semplice rimedio all’indecisione sul proprio futuro, su questo aspetto è necessaria una riflessione ed un accompagnamento alla realizzazione di idee vincenti.

Con l’approvazione del Bilancio, la Regione Basilicata, potrà destinare ulteriori risorse e strumenti economici a sostegno di un settore in difficoltà ma dalle immense – conclude Coviello – potenzialità ancora parzialmente espresse al fine di non vanificare i traguardi raggiunti”.

 

Back to top button