POLITICA

PROGRAMMA “GOL”, PRIMO TAVOLO DIPARTIMENTO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

Il Programma Nazionale per la Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (acronimo GOL), finanziato nell’ambito del PNRR – Missione M5, costituisce una reale opportunità per rilanciare l’occupazione nei nostri territori attraverso la messa in campo di efficaci strumenti di politiche del lavoro.

Lo ha affermato l’Assessore regionale alle Attività produttive Francesco Cupparo che ha convocato le parti sociali e le associazioni datoriali ad un Tavolo appositamente istituito per consentire un continuo confronto sulle numerose e diversificate questioni che attengono ai temi dell’accompagnamento, dell’inserimento e del reinserimento al lavoro.

I lavori del primo incontro, presso la sala Inguscio della Regione, sono stati coordinati dal Direttore Generale della Direzione per lo Sviluppo economico il Lavoro e i servizi alla comunità della Regione Basilicata, dott. Canio Alfieri Sabia, con l’intervento dei funzionari della stessa direzione, l’ing. Giuseppina Lo Vecchio per l’Ufficio delle Politiche di Sviluppo e la d.ssa Maria Leone per l’Ufficio delle Politiche del lavoro, ed alla presenza dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali, delle associazioni datoriali, dell’Anpal Servizi e dell’ Arlab (Agenzia regionale lavoro e apprendimento Basilicata).

Nel corso di questo primo momento di confronto è stata sottolineata l’importanza di tale Programma che deve costituire una reale risposta alle esigenze di occupazione che oggi emergono nella nostra regione, utilizzando al meglio la quota di assegnazione destinata alla Basilicata, pari a 9.680.000 euro, ed integrando efficacemente gli interventi di Politiche del Lavoro con quelli delle Politiche di Sviluppo regionali.

Di conseguenza – è stato evidenziato – risulterà fondamentale personalizzare gli interventi, calibrandoli in particolare con fabbisogni formativi specifici secondo quanto effettivamente richiesto dalle imprese, che dovranno quindi essere coinvolte nell’intero percorso di programmazione e di realizzazione.

Inoltre, data l’eterogeneità dei beneficiari, le misure messe in campo dovranno necessariamente offrire differenti percorsi.

A tal proposito, un ruolo fondamentale sarà rivestito dai Centri per l’Impiego, così come evidenziato dalla rappresentante dell’Arlab, cui compete la presa in carico e l’accompagnamento di coloro che intendano perseguire l’obiettivo dell’inserimento lavorativo.

Nella definizione del piano di attuazione la Regione Basilicata si avvarrà anche dell’assistenza tecnica di Anpal Servizi s.p.a., una società a totale controllo pubblico che opera nel campo delle politiche attive del lavoro, il cui coordinatore ha dichiarato, nel corso dell’incontro, che la propria struttura, che segue anche il percorso intrapreso dalle Regioni limitrofe, si è già attivata per il reperimento e l’analisi dei dati regionali aggiornati sull’occupazione e la redazione di report di riferimento.

La partecipazione e l’interlocuzione durante i lavori del Tavolo da parte delle organizzazioni sindacali e delle associazioni datoriali presenti hanno consentito di ottenere una prima condivisione sulla necessità di continuare questo confronto nel corso della fase di preparazione e di puntare a rendere effettiva l’integrazione delle Politiche del Lavoro con le Politiche di Sviluppo, al fine di poter efficacemente favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, anche attraverso interventi formativi realmente corrispondenti alla richiesta di figure professionali da parte del tessuto produttivo.

A conclusione dell’incontro, i rappresentati regionali hanno quindi confermato di voler proseguire con i lavori del Tavolo appena costituito in modo che a tutte le parti intervenute sia data la possibilità di offrire il proprio contributo operativo alla definizione dei futuri interventi regionali realizzativi del Programma nazionale.

Back to top button