CRONACA

Sant’Arcangelo: Minacce morte a politici sul cimitero comunale

Minacce di morte, scritte con vernice nera, rivolte all’amministrazione comunale  e all’ex governatore lucano il deputato  Vito De Filippo, sono state rinvenute nella mattinata di mercoledì sulle mura di cinta del cimitero comunale a Sant’Arcangelo.

Quanto riportato per mano ancora anonima, riguarda, oltre De Filippo, il sindaco Salvatore La Grotta, e alcuni amministratori e funzionari del comune potentino.

Solidarietà è stata espressa dal Capogruppo di maggioranza di CivicaMente Insieme Sant’Arcangelo Nicola Cavallo ed in particolare dai consiglieri regionali Luca Braia e Mario Polese, insieme ai coordinatori regionali, provinciali e giovani di Italia Viva Basilicata.

Parole di vicinanza di Braia e Polese al sindaco, alla Giunta comunale e alla responsabile dell’Area Amministrativa e all’onorevole De Filippo. “Le minacce di morte anonime sono uno dei più bassi livelli che si possono raggiungere”

“L’odio non è mai un gesto politico. La libertà di espressione viaggia sulle gambe del dialogo costruttivo e del confronto democratico sulle idee e non su qualunque opinione espressa a danno altrui, quale che sia la controparte politica.

Le minacce di morte anonime sono uno dei più bassi livelli che si possono raggiungere e che ci fanno ribrezzo per la portata violenta che tali gesti assumono”. Lo dichiarano i consiglieri regionali Luca Braia e Mario Polese insieme ai coordinatori regionali, provinciali e Giovani di Italia Viva Basilicata.

“Esprimiamo, pertanto – affermano – la nostra solidarietà al sindaco di Sant’Arcangelo, Salvatore La Grotta, all’Onorevole Vito De Filippo, alla Giunta comunale e ad Annalisa Laurita, responsabile dell’Area Amministrativa per le oscenità apparse sui muri del cimitero cittadino. Auspichiamo che a tale libertà di espressione inconsulta corrispondano accertamenti da parte delle forze dell’ordine affinché tali deplorevoli gesti non si ripetano”.

Back to top button