CRONACA

Gli errori più comuni da evitare per non perdere i rimborsi del cashback

Il meccanismo lanciato dal governo è operativo ma servono ancora dei chiarimenti

Il cashback di Stato è finalmente attivo. La sua partenza non è stata però priva di inconvenienti. Per giorni l’app IO non ha funzionato e ancora oggi sono tanti i cittadini che hanno dubbi sul funzionamento del meccanismo.

A seguire una breve guida che fa il punto sugli errori più comuni da evitare per perdere il rimborso del 10% sulle spese effettuate.

Errori legati alla carta di pagamento

L’errore più comune è quello di usare una carta che non è stata inserita come sistema di pagamento all’interno dell’app IO. Ma attenzione l’errore può essere subdolo. Non basta la registrazione ma serve anche dare l’ok ai conteggi. Per farlo bisogna entrare nella sezione Servizi, quindi nell’area Nazionali e lì attivare il servizio.

Altro errore da evitare è poi quello quello di registrare nell’app  IO una carta di credito e poi usarla come bancomat senza che quest’ultimo sia stato inserito su IO.

Questo può accadere perché molti sistemi di pagamento incorporano in una sola carta sia quella di credito che il bancomat. Ovviamente vale anche il contrario: registrare il bancomat e usare la carta di credito.

Altro possibile errore riguarda poi il circuito di pagamento che in una carta di debito può essere Bancomat/Pago Bancomat oppure internazionale (esempio Visa o Mastercard).

E’ preferibile registrare nell’app IO entrambi i circuiti oppure fare attenzione ad utilizzare solo il circuito registrato. Perché se come metodo di pagamento è stato inserito solo il Pago Bancomat e si paga l’acquisto nel circuito internazionale non si ha diritto al cashback. E viceversa.

Errori legati all’Iban

In questo caso l’errore più comune è aver inserito nell’app IO un Iban errato. L’inserimento del codice bancario va effettuato entro il 31 dicembre anche se il cash back natalizio sarà rimborsato a febbraio. Perciò bisogna fare attenzione con le tempistiche.

Numero di operazioni

Per ottenere il bonus sul proprio conto è necessario fare un numero minimo di operazioni. A dicembre sono almeno 10, a prescindere dalla somma pagata. Il numero salirà nel corso del 2021, arrivando a 50 operazioni ogni sei mesi.

Visualizzazione delle operazioni

Il bonus non viene immediatamente visualizzato. Possono passare anche 72 ore dal pagamento prima della comparsa dell’informazione su IO. Tuttavia se oltre le 72 ore le operazioni ancora non compaiono sull’app è necessario verificare che la carta utilizzata sia effettivamente registrata.

(TiscaliNews)

Back to top button