CALCIO & SPORT

Calcio serie D: Francavilla, partire dal secondo tempo del derby pareggiato contro il Lavello

Lazic: Mi rattrista sentire dire che i miei ragazzi sono dei picchiatori, la mia squadra ama giocare al calcio

Partire dal secondo tempo del derby contro il Lavello, dove il Francavilla, ha rimontato lo svantaggio iniziale di 0-1, gara poi terminata 2-2.

«Il Lavello ha disputato un buon primo tempo –ha dichiarato il tecnico del Francavilla Ranko Lazic-, noi, due o tre volte abbiamo provato a fargli male in contropiede, ma loro sono stati bravi a muovere la palla veloce e ci hanno messo in difficoltà.

Con il 4-3-3 –ha spiegato il tecnico del Francavilla- con il quale abbiamo fatto bene in altre gare, con loro abbiamo sofferto sugli esterni nel giocare uno, contro uno dietro.

La mia squadra ama giocare al calcio, pertanto sentire dire che i miei ragazzi sono dei picchiatori, mi rattrista tanto, perché non è nella mentalità della mia squadra giocare a fare male, per cui non vedo perché dobbiamo essere etichettati così».

Poi nella ripresa però, Nolè e compagni sono entrati in campo con un altro piglio: «Nel secondo tempo abbiamo adottato un sistema diverso –ha proseguito- per affrontarli, in modo tale da non dargli molto campo.

Se avessimo avuto un pizzico di intelligenza in più, con gambe migliori, perché non dimentichiamo che siamo partiti un mese e mezzo dopo, rispetto alle altre squadre, ed abbiamo recuperato una partita incredibile, contro un avversario che non è stato in grado di chiudere la gara, ed anzi ha rischiato di perdere.

Abbiamo avuto delle situazioni che ci hanno penalizzato, vedi il gol –ha concluso mister Lazic- annullato a Nolè, per un fuorigioco molto dubbio, ed il rigore non concesso sempre a Nolè anche qui per un fuorigioco dubbio».

Rocco Sole

Back to top button