POLITICA

Presidio area sud Basilicata inoltrata la petizione popolare sottoscritta sul web a Ministro Salute,Presidente Regione ed Assessore alla Sanità

Al Ministro Della Sanità

Al Presidente della Regione Basilicata

All’Assessore Regione Basilicata Sanità

 

Ill.mi,

con la presente si trasmette la petizione popolare che ha raccolto 2114 firme sul sito charge.org. al seguente link : http://chng.it/jrDyxSrr.

Consapevoli della gravità della situazione, vi chiediamo risposte in merito al quesito posto e sottoscritto in pochi giorni da tanti cittadini.

La Basilicata è una piccola Regione e forse mai come in questo momento, l’arretratezza (in termini di infrastrutture,industrie che avrebbero determinato un aumento della pericolosità del contagio) da cui sempre abbiamo voluto uscire, potrà salvarci ma non basterà.

Chiediamo presidi ospedalieri, così come previsto dal DPCM n. 18 del 17.03.2020, art.4, comma1. (Disciplina delle aree Sanitarie temporanee).

I dati del numero dei tamponi processati, ad oggi è  127 i casi positivi confermati in tutta la Basilicata su un totale di 1.046 tamponi analizzati. Medici e operatori del sistema Sanitario lamentano a gran voce la carenza di DPI.

I Sindaci di Muro Lucano e di Pescopagano, quest’ultimo addirittura si è rivolto a Striscia la Notizia, per far si che i Nosocomi presenti sul loro territorio, vengano presi in considerazione.

Il nostro Sistema Sanitario Nazionale è basato su principi fondanti di : Universalità, Uguaglianza ed Equità; le Regioni non possono prescindere, nella competenza organizzativa, dal principio di “Tutela della Salute”.

Sono queste considerazioni che ci spingono a sollecitare il Governo Regionale Lucano affinchè si attivino in via preventiva tutte le misure atte a garantire i diritti fondamentali della “PERSONA” e tra questi, anche il diritto all’informazione che in questi giorni sembra essere offuscato da decisioni che mirano, con l’intento di prevenire situazioni di allarme o panico, ad occultare dati inerenti i singoli Comuni Lucani. E’ un diritto sapere, conoscere , “ESSERE ALLERTATI”.

Confidiamo nell’immane sforzo e lavoro delle Istituzioni, ma nel contempo, a malincuore, nella nostra Regione, ravvisiamo tensioni e insicurezze. Confidando in una risposta ai nostri quesiti, per iscritto o verbalmente,

 

 Distinti Saluti

 Spagnuolo Maria Rosa, promotrice della petizione

Condividi

Related Articles

Back to top button
Close