CRONACA

Cyberbullismo: al via P4K, l’ONG che tutela i minori gratis

Roma, 26 febbraio 2020 – Tutti i minori di 18 anni che sono o sono stati vittima di cyberbullismo, da oggi hanno un alleato che li tutela gratis: stiamo parlando di Protection4kids, una ONG fondata da ReputationUP, che combatte lo sfruttamento e la tratta di minori online.

Cyberbullismo in Italia: un minore su due vittima dei bulli

In Italia un minore su due è vittima di episodi di bullismo e cyberbullismo.

L’età più a rischio è quella compresa tra gli 11 e i 17 anni.

Le problematiche principali del cyberbullismo risiedono nel fatto che i reati sono commessi a distanza, tramite uno smartphone, un tablet o un pc.

Indipendentemente dal profilo del criminale – conoscente della vittima che divulga materiale sensibile per vendetta o ricattatore per lucro – la difficile identificabilità dei soggetti coinvolti e la rapidità di diffusione del materiale lesivo nel Web amplificano a dismisura gli effetti del cyberbullismo.

Come nasce Protection4Kids

Protection4kids è stata fondata nel 2019 da Andrea Baggio e Juan Ricardo Palacio, CEOs e Founders di ReputationUP, multinazionale leader nella gestione della reputazione online di privati e aziende.

Sotto la guida di Annachiara Sarto, Direttrice di Protection4kids, un team lavora per raccogliere le segnalazioni e fornire assistenza immediata, tramite gli esperti di ReputationUP, che offre i propri servizi gratuitamente a minori vittime di cyberbullismo.

E uno dei servizi più efficaci è l’eliminazione in poche ore di foto e link lesivi dal Web.

In questi casi, solo un’azione tempestiva e risolutiva consente alle vittime di tutelare la propria immagine online contro gli assalti dei cyberbulli.

Conclusioni

Il lavoro combinato di ReputationUP e Protection4Kids permetterà di individuare tutte le parti coinvolte negli eventuali illeciti, tutelando i minori, assicurando i colpevoli alla giustizia e rendendo il Web un posto migliore.

Dulcis in fundo, la tutela per i minori è gratuita.

Condividi

Related Articles

Back to top button
Close