POLITICA

Elezioni politiche 2022 FDI ha presentato i suoi candidati a Matera

Giorgia Meloni sarà presente domenica 18 Settembre a Matera

Questa mattina presso MH Matera Hotel al Borgo Venusio, Fratelli d’Italia ha presentato il suo programma politico e i candidati che dovranno rappresentare la Basilicata alle prossime elezioni del 25 settembre.

I lavori sono stati coordinati dal segretario regionale Piergiorgio Quarto, al tavolo con il rappresentante di Gioventù Nazionale, Michele Giordano, il consigliere regionale, vice segretario regionale e candidato alla Camera dei Deputati, Tommaso Coviello, la segretaria di Fratelli d’Italia Matera, Annamaria Guerricchio, il candidato alla Camera dei Deputati (proporzionale), Aldo Mattia, il candidato al Senato della Repubblica, Gianni Rosa, il deputato in carica e candidato alla Camera dei Deputati (uninominale), Salvatore Caiata e la candidata alla Camera dei Deputati, Ivana Smaldini.

Potenziamento delle infrastrutture materiali e immateriali, della rete dei servizi e delle misure a sostegno delle imprese e dei giovani, attuazione dei progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza: sono alcuni dei punti del programma che Fratelli d’Italia intende portare avanti in Basilicata nella campagna elettorale per le Politiche e poi in Parlamento.

Il segretario regionale del partito Piergiorgio Quarto ha inoltre annunciato la presenza nella Città dei Sassi domenica 18 settembre della leader nazionale, Giorgia Meloni.

Elezioni, Caiata (Fratelli d’Italia):  “Il centrodestra è solido e la coalizione rappresenta un modello collaudato”.

«Chi sceglie il centrodestra sceglie di dare per i prossimi anni un governo stabile alla Nazione», lo afferma Salvatore Caiata, candidato del centrodestra alla Camera dei Deputati per il collegio uninominale della Basilicata. «All’interno della coalizione – prosegue Caiata – FdI è una forza primaria, coerente rispetto ai propri valori e imprescindibile.

Il centrodestra è solido e la coalizione rappresenta un modello collaudato, a differenza dei tentativi del centrosinistra di dar vita a compagini profondamente diverse tra loro e di far convivere varie anime che inevitabilmente tendono a scontrarsi. Lo insegna Calenda ma anche Speranza che fino all’ultimo avrebbe gradito un apparentamento elettorale con Conte.

Noi – rimarca l’esponente di FdI – replichiamo il modello storico che già amministra la maggioranza delle Regioni italiane. Abbiamo un programma frutto di una visione chiara e condivisa ed una classe dirigente all’altezza delle ardue sfide del prossimo futuro.

Ci rivolgiamo al Paese reale e a chi convive con i problemi di una difficile quotidianità. Il centrosinistra sbraita contro gli “amici di Orban” e solleva il solito spauracchio del “pericolo della destra”. In verità – conclude Caiata – l’unico pericolo è rappresentato dalle loro idee: poche, contraddittorie, confuse e totalmente distanti dalla realtà».

Back to top button