CRONACA

L’ora della Terra, luci spente per il clima e la pace

14/a edizione della mobilitazione del Wwf, al buio piazze e monumenti

Luci spente per un’ora ieri, dalle 20.30, in tutto il mondo per partecipare alla mobilitazione globale “Earth Hour 2022″, promossa dal Wwf.

L'”Ora della terra”, arrivata alla 14/a edizione, attraverso il gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora “unisce cittadini, istituzioni e imprese in un momento di raccoglimento globale per la pace, la protezione del clima e per il nostro Pianeta”, ricorda la ong. La partecipazione come sempre comincia dalle città a est del mondo.

“In un momento in cui i conflitti diventano una minaccia al futuro di tutti, una grande azione globale in grado coinvolgere persone in tutti i paesi del mondo è, in sé, un messaggio di pace e solidarietà – rileva il Wwf – perché solo insieme possiamo far sentire la nostra voce e chiedere un futuro più sicuro, giusto e sostenibile per tutti”. Cosa puoi fare tu/eventi/earth-hour-2022

Quella di quest’anno, “in segno di rispetto e solidarietà per le persone che soffrono a causa del conflitto in Ucraina, sarà un’edizione particolarmente sobria – spiega l’associazione ambientalista – Da nord a sud della penisola, in un momento di raccoglimento globale per la pace, la protezione del clima e per il nostro Pianeta si spegneranno le luci di centinaia di monumenti, palazzi, piazze, strade e altri luoghi simbolo.

A Roma si spegneranno Castel Sant’Angelo, Colosseo e la Basilica di San Pietro, insieme alle facciate di Palazzo Madama, Montecitorio e Palazzo Chigi con il Cortile d’Onore”.

ANSA

Back to top button