MEDIA

Stranger Things 4 in due blocchi a maggio e luglio

l'annuncio Netflix, poi stagione finale

ROMA, 17 FEB – La quarta stagione di Stranger Things arriva con una prima parte il 27 maggio, ribattezzata “volume 1” come ormai fa sempre Netflix quando divide in blocchi le serie.

Il 1° luglio arriva il secondo volume.

Inoltre, Netflix conferma che ci sarà una quinta e ultima stagione, atto conclusivo della serie. Gli episodi sono in tutto 9, non è chiaro se saranno rilasciati prima 4 episodi e poi 5 o viceversa. Per l’occasione i Duffer Brothers, creatori della serie, hanno scritto una speciale lettera aperta ai fan, in cui hanno annunciato la data di debutto dei nuovi episodi e condiviso altre informazioni sul futuro della serie.

Svelati anche la locandina e quattro poster, uno per ogni location in cui è ambientata la quarta stagione: Russia, California, laboratorio e Creel House. Sono passati sei mesi dalla battaglia di Starcourt, che ha portato terrore e distruzione a Hawkins.

Mentre affrontano le conseguenze di quanto successo i nostri amici si separano per la prima volta, e le difficoltà del liceo non facilitano le cose. In questo periodo particolarmente vulnerabile arriva una nuova e orribile minaccia soprannaturale assieme a un mistero cruento che, una volta risolto, potrebbe mettere fine agli orrori del Sottosopra.

Dal suo debutto nel 2016, il fenomeno globale di Stranger Things ha ottenuto oltre 65 riconoscimenti e 175 candidature a premi tra cui Emmy, Golden Globe, Grammy, SAG, DGA, PGA, WGA, BAFTA, un Peabody Award, AFI Program of the Year, People’s Choice Awards, MTV Movie & TV Awards, Teen Choice Awards e molti altri.

Lo show candidato per tre volte come Miglior serie drammatica agli Emmy è uno dei titoli più guardati su Netflix: la terza stagione ha totalizzato 582 milioni di ore di visione, classificandosi al secondo posto nella Top 10 delle serie in lingua inglese, mentre la seconda stagione si trova al decimo posto con 427 milioni di ore di visione.

La serie Stranger Things è stata ideata dai Duffer Brothers ed è prodotta da Monkey Massacre Productions e 21 Laps Entertainment.

I Duffer Brothers sono i produttori esecutivi, affiancati da Shawn Levy e Dan Cohen di 21 Laps Entertainment, e Iain Paterson.

ANSA

Back to top button