CRONACA

G20 a Roma, al via il vertice. Draghi: ‘Possiamo finalmente guardare al futuro con ottimismo’

 

Prende ufficialmente il via a Roma il G20. Alle 10, alla Nuvola dell’Eur, l’arrivo dei leader accolti dal premier Mario Draghi, incentrato sui temi della lotta alla pandemia e soprattutto dei cambiamenti climatici, nodo centrale da sciogliere.

“Il multilateralismo è la migliore risposta ai problemi che vediamo oggi.

In molti sensi è l’unica risposta possibile, dalla pandemia, al clima, alle tassazioni.

Non è una opzione. Dobbiamo superare le nostre differenze e ritrovare lo spirito di questo consesso”, ha detto il premier Mario Draghi aprendo il G20 di Roma, con un discorso in occasione del primo panel, ‘Global Economy and Global Health’. “Possiamo finalmente guardare al futuro con ottimismo“.

E’ bello vedervi, dopo che la comunità globale ha affrontato la pandemia, il covid ci ha diviso, e poi anche “il protezionismo e il nazionalismo”. “Stiamo costruendo un nuovo modello economico e il mondo sarà migliore”, ha detto ancora il premier nel discorso di apertura.

“A circa due anni dall’inizio della pandemia – ha aggiunto Draghi -, possiamo finalmente guardare al futuro con più ottimismo. Campagne vaccinali di successo e azioni coordinate da parte dei governi e delle banche centrali hanno permesso la ripresa dell’economia globale.

Molti dei nostri Paesi hanno lanciato dei piani di ripresa per dare impulso alla crescita, ridurre le diseguaglianze, promuovere la sostenibilità”.

“Come presidenza del G20, l’Italia ha lavorato per promuovere una ripresa più equa. Il Global Health Summit di Roma ha visto Paesi e aziende impegnarsi generosamente per fornire vaccini ai Paesi più poveri: dobbiamo essere sicuri di onorare le promesse.

Abbiamo raggiunto un accordo storico per un sistema di tassazione internazionale più equo ed efficace. Abbiamo supervisionato l’allocazione di 650 miliardi di dollari come nuovi Diritti Speciali di Prelievo e abbiamo promosso la possibilità di redistribuirli ai Paesi che ne hanno più bisogno”.

“Dalla pandemia – spiega il premier -, al cambiamento climatico, a una tassazione giusta ed equa, fare tutto da soli, semplicemente, non è un’opzione possibile”.

“I risultati” del G20 sulle tasse “ci ricordano con forza i risultati che possiamo raggiungere insieme. Ci devono incoraggiare ad essere altrettanto ambiziosi in tutte gli ambiti in cui lavoriamo insieme”.

Dopo l’intervallo di colazione, alle 15 è in programma l’evento a margine ‘Sostenere le Pmi e le imprese femminili per crescere meglio’. Speaker d’eccezione la regina Maxima dei Paesi Bassi, avvocato speciale del segretario generale della Nazioni Unite per il finanziamento inclusivo per lo sviluppo (Unsgsa).

Al termine della prima giornata, appuntamento con la cultura per i capi di Stato e di governo che, a partire dalle 19.00, si godranno una blindatissima visita alle Terme di Diocleziano prima di spostarsi al Quirinale per la cena con il presidente Sergio Mattarella.

A margine della plenaria sono previsti incontri e bilaterali, tra cui quello del premier Draghi con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, e quello sull’Iran tra i presidenti Joe Biden, Emmanuel Macron, la cancelliera Angela Merkel e il premier Boris Johnson.

I partecipanti al G20 di Roma, scesi dalle rispettive loro auto, sono stati accolti da un picchetto della Polizia di Stato mentre percorrono il tappeto rosso verso l’ingresso. Superata la soglia, vengono accolti dal premier Mario Draghi con alle spalle le numerose bandiere dei 20 Paesi membri e delle altre delegazioni ospiti.

Anche il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è arrivato alla Nuvola dove è stato accolto dal presidente Mario Draghi. Si è trattato della prima stretta di mano tra i due leader dopo le tensioni seguite alle dichiarazioni di Draghi, che nello scorso aprile definì il presidente turco “un dittatore”. Tra i due c’era stato un colloquio telefonico.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è arrivato intorno alle 11.30 alla Nuvola. Tra Biden e Draghi una calorosa stretta di mano e ampi sorrisi.

Family foto allargata al G20 di Roma. I leader, dopo lo scatto tradizionale che li ritrae tutti insieme hanno fatto una seconda fotografia, posando con medici, infermieri e operatori sanitari della Croce Rossa.

Al loro arrivo gli operatori della Croce Rossa, alcuni in camice altri con le divise da soccorritori, sono stati accolti da un applauso dei leader, ripetuto dopo lo scatto.

La delegazione di medici e infermieri che ha partecipato alla foto con i leader del G20, secondo quanto si apprende, fa parte dell’ospedale Spallanzani e del presidio Croce Rossa Vaccini di Fiumicino. Tutti impegnati nel contrasto alla pandemia da Covid 19.

Ricca agenda di impegni per il presidente francese Emmanuel Macron a margine del summit del G20 di Roma. Stamani, prima di arrivare alla Nuvola, ha incontrato il capo dello Stato dell’Indonesia, Joko Widodo, che assumerà la presidenza di turno del G20 nel 2022.

Alle 14 Macron avrà un bilaterale con il premier indiano Narendra Modi. E alle 15.30 parteciperà alla riunione del cosiddetto E3+1 sull’Iran con Joe Biden, Angela Merkel e Boris Johnson. Infine, nel pomeriggio terrà una riunione informale tra Unione europea e Unione africana a Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia in Italia.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha cominciato la prima giornata del G20 di Roma nutrendo una delle sue passioni più grandi, la storia dell’antica Roma, con una tappa al Colosseo.

Una opportunità straordinaria per il leader britannico, quasi il sigillo perfetto a conclusione di questo anno di stretta collaborazione fra Italia e Regno Unito, con la condivisa responsabilità delle rispettive presidenze di G20 e G7, quindi il lavoro gomito a gomito per l’organizzazione della Cop26 di Glasgow.

Non potevano non ‘regalare’ questo momento quindi al partner Johnson, profondo conoscitore della storia romana cui ha dedicato vari volumi, il ministero italiano della Cultura e la presidenza del Consiglio, prima di dare il via al fitto programma del vertice. “Congratulazioni per il tuo G20.

Lo hai gestito brillantemente, hai fatto un gran lavoro”, ha detto Boris Johnson a Draghi nel corso del bilaterale che ha preceduto l’inizio del vertice, riferiscono fonti italiane.

ANSA

Back to top button